Ranunculus omiophyllus di cui si era persa traccia da oltre un secolo - Oasi naturalistica 'Stallette' - S. Giorgio Morgeto

Ranunculus omiophyllus


Ranuncolo ederaceo (Ranunculus omiophyllus)

 

Famiglia: Ranuncolaceae

 

Descrizione.

Quella delle Ranuncolacee è una delle famiglie di piante con fiore più antiche e comprende circa 1500 specie, di cui molte velenose per l'uomo e gli animali e alcune coltivate per scopi ornamentali.

Il genere Ranunculus, che dà il nome alla famiglia e che comprende circa 250 specie, deriva dal latino e significa "piccola rana", proprio per indicare la preferenza di alcune specie di ranuncoli per gli ambienti umidi frequentati dagli anfibi.

Il Ranuncolo ederaceo presenta un fusto cavo e foglie galleggianti larghe due-tre cm, tondeggianti o reniformi, con diversi lobi arrotondati. I fiori solitari hanno 4-6 petali bianchi e si sviluppano su corti peduncoli.

Epoca di fioritura: aprile-maggio

Habitat: è una specie che preferisce gli stagni, i fossi, le paludi o i corsi d'acqua lenti , normalmente su terreni acidi.

Distribuzione: segnalata nelle regioni meridionali, dal sud della Campania alla Sicilia. Rara.

Note: la specie venne descritta da Michele Tenore (1780-1861), medico e illustre botanico napoletano, direttore dell'Orto Botanico della città partenopea e autore di una fondamentale "Flora Napolitana" in cinque volumi.

Ranunculus omiophyllus di cui si era persa traccia da oltre un secolo - Oasi naturalistica 'Stallette' - S. Giorgio Morgeto

È recente la scoperta di questa pianta, di cui non si avevano più tracce dal 1848, ad opera dei ricercatori arch. Aldo Multari e Dott. Giuseppe Paolillo.




This document was created by Franco Politi - Foto by Franco Politi - Tutti i diritti riservati.