Questa opera è catalogata nello "Inventario degli oggetti d'arte della Calabria" - R. Poligrafico 1939.


Lo stemma gentilizio alla base della statua è quello dei Grillo, nobile famiglia di Oppido Mamertina, per il contributo dato per l'opera da Don Domenico Grillo, Vicario Generale dei Beni della Casa Feudale Grimaldi.
San Girolamo
San Girolamo
o Gerolamo (Eusebius
Hieronymus Sophronius)


Nacque da genitori cristiani verso il 340 a Stridone, in Dalmazia, ai confini con la Pannonia (Ungheria).
È considerato uno dei quattro padri della Chiesa occidentale.
I suoi genitori lo mandarono a completare gli studi a Roma. Erudito nelle lettere e nella filosofia, come dimostrano i suoi numerosi scritti, si fece battezzare poco prima del 366 da Papa Liberio all'età di circa 20 anni e decise, poi, di farsi monaco dopo un soggiorno a Treviri che l'aveva messo in contatto con dei monaci.

Decide a un certo punto di ritirarsi in un deserto della Siria, dove si dà ad una vita di mortificazione estremamente dura e allo studio dei libri sacri. Divenuto eremita studiò l’ebraico per poter leggere le Sacre Scritture in lingua originale. Viene ordinato sacerdote ad Antiochia. A lui si deve la traduzione e l’edizione latina definitiva della Bibbia detta "Vulgata". Dal 382 al 385 fu a Roma come segretario di papa Damaso. Si dedicò con efficacia alla lotta contro gli eretici. Fondò dei monasteri e per questo è detto abate. Morì nel 419 o 420. Il suo corpo riposa a Santa Maria Maggiore.



This document was created by Franco Politi.